Hamelin

Gli Incauti


Teatro delle Passioni, Modena

01/06/2012 20.30  
02/06/2012 20.30  

di Juan Mayorga
regia Simone Toni
con Luca Carboni, Federica Castellini, Marco Grossi, Diana Manea, Stefano Moretti, Giulia Valenti
scene Alessandra Gabriela Baldoni
luci Fiammetta Baldiserri
musiche Giacomo Toni
consulenza musicale Lucia Toni
assistenti alla regia Diana Manea, Marco Grossi

spettacolo realizzato grazie a Accordo GECO 2 Giovani Evoluti e Consapevoli – Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù – Regione Emilia-Romagna, realizzato da Emilia-Romagna Teatro Fondazione

CODA – TEATRI DEL PRESENTE

Durata 2h

Prima assoluta

Prenotazione obbligatoria




Gli Incauti, compagnia bolognese fondata nel 2009, presenta a VIE Hamelin dello spagnolo Juan Mayorga, uno dei drammaturghi contemporanei più rappresentati al mondo, ancora poco conosciuto in Italia. Lo spettacolo è realizzato nell'ambito dell'Accordo GECO 2 (Giovani Evoluti e Consapevoli) promosso da Regione Emilia-Romagna, ERT e Ministero della Gioventù. Come rivela il titolo, l'opera rilegge in chiave contemporanea una famosa fiaba dei fratelli Grimm, quella del pifferaio "magico" che con la musica del suo flauto mette in fuga i topi che infestano la ridente città di Hamelin. La città, mostratasi irriconoscente nei confronti del pifferaio, viene punita dall'uomo che si vendica portando via tutti i bambini. Mayorga prende spunto da questa celebre fiaba per raccontarci una storia di estrema attualità: un cittadino insospettabile, Paolo Riva, giovane, borghese, dalla vita apparentemente irreprensibile, viene coinvolto in un caso di pedofilia. Il giudice Montero, inizialmente del tutto convinto della sua colpevolezza, non riesce però a dimostrarla il alcun modo. La famiglia di Gianmaria, vittima del presunto abuso, sembra essere all'oscuro del rapporto che intercorre tra Riva e il bambino. Ben presto, scopriamo però che Paolo Riva non era per loro un semplice amico di famiglia. Via via che il tempo passa dubbi e le domande aumentano. Qual è la verità? I genitori erano a conoscenza degli abusi e ricevevano in cambio del denaro? Il presunto pedofilo è davvero colpevole della più infame delle colpe oppure è vittima di un errore giudiziario? Personaggi e spettatori rimangono sospesi nell’incertezza e nel dubbio, incapaci di trovare risposte univoche, immersi nell’incapacità di distinguere cosa sia giusto e cosa sbagliato, chi sia innocente e chi colpevole. Ogni punto di vista apre una nuova visione del mondo e una verità sempre diversa. Il ritmo della vicenda e il susseguirsi degli eventi sono impressi dalla fondamentale figura dell'Acotador, la "Didascalista" che guida i personaggi, determina le loro azioni e i loro silenzi, come un regista accompagna gli attori durante una prova. Uno spettacolo che punta il dito nei confronti di una società che nutre scarsa attenzione nei confronti dei suoi cittadini più deboli e indifesi: i bambini.

www.incauti.org


Gli Incauti

Gli Incauti nascono nel 2008 dall’incontro degli attori Luca Carboni, Federica Castellini, Simone Toni con l’antropologa Timi Gàspari. Nel 2009 si costituisce la Libera Associazione Teatrale formata dallo stesso gruppo di attori cui si aggiungono Diana Manea, Stefano Moretti e Giulia Valenti, la scenografa Alessandra Gabriela Baldoni e i musicisti Carlo Borsari e Giacomo Toni. La compagnia collabora con il Teatro Consorziale di Budrio e in questa sede sono stati prodotti la maggior parte degli spettacoli finora realizzati con la regia di Simone Toni: La vita digitale da Vittorino Andreoli, Le nuvole di Aristofane, 1984 da George Orwell, F.i.l. Felicità interna lorda e Ma come mi aggiro in mezzo alla folla di Benedetto Sicca, Oscar Wilde il clown dal cuore infranto dal De Profundis di Oscar Wilde, Le Favole a rovescio, opera musicale di Carlo Borsari su testi di Gianni Rodari, Le Cosmicomiche da Italo Calvino, Il peggio del peggio, Resistere alla globalizzazione del pensiero di Simone Toni. A partire dal lavoro su Orwell, Gli Incauti hanno intrapreso una ricerca sulle utopie e le distopie denominata Progetto Mai - Mondi alternativi irrealizzabili, rintracciando una linea comune in opere letterarie apparentemente lontane tra loro come quelle di Oscar Wilde, Gianni Rodari e Italo Calvino. In questo contesto, nel 2011, Stefano Moretti traduce, con Toma Gudelyte, Madagascar, del drammaturgo lituano Marius Ivaskevicius, di cui mette in scena la prima parte. Con questo progetto Gli Incauti hanno vinto il bando Residenze Creative del Teatro Garybaldi di Settimo Torinese e il Bando D.E.Mo. /Movin’ up 2011. Madagascar è stato anche presentato in Lituania al Festival Internazionale di Klaipeda e al Fluxus Ministerija di Vilnius. Gli Incauti partecipano con lo spettacolo Hamelin di Juan Mayorga, regia di Simone Toni al Progetto GECO 2 di Regione Emilia Romagna e Ministero per la Gioventù in collaborazione con ERT – Emilia Romagna Teatro Fondazione.

Spettacolo

Programma
Vie Scena Contemporanea Festival è un'iniziativa di Emilia Romagna Teatro Fondazione
www.emiliaromagnateatro.com
realizzazione sito internet: Web and More S.r.l.
Privacy Policy