Indigenous

dramma sonoro in due atti

Barokthegreat


Teatro Comunale Luciano Pavarotti, Modena

31/05/2012 19.00  
01/06/2012 19.00  

I atto - Lo sbaglio nel saluto
II atto - Contro il morso del rettile

ideazioneBarokthegreat
con Dafne Boggeri, Francesco 'Fuzz' Brasini, Giorgia Nardin, Leila Gharib, Sonia Brunelli
musica originale live Francesco ‘Fuzz’ Brasini (2880 sampler recorder, space echo, sine wave generator), Leila Gharib (drums, deleay modeler, super shifter, big muff)
performer Dafne Boggeri, Giorgia Nardin, Sonia Brunelli
coreografia Sonia Brunelli
collaborazione teorica Piersandra Di Matteo
effetti di luce Dafne Boggeri
fonica Martina Zanetti
grafica Leila Gharib
un ringraziamento speciale a Marco Villari

spettacolo realizzato grazie all’Accordo GECO 2 Giovani Evoluti e Consapevoli – Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù – Regione Emilia-Romagna realizzato da Emilia Romagna Teatro Fondazione
coproduzione Schaubühne Lindenfels - Leipzig, Santarcangelo '12 '13 '14 Festival internazionale del teatro in piazza
con il supporto di Xing

CODA – TEATRI DEL PRESENTE

Durata 1h 15’

Prima assoluta




Indigenous sta in un universo poroso. Il suo perimetro sfrangiato emerge per collassi atmosferici, schemi ritmici ostinati, cadenze schiette, figure mitiche, geometrie liquide, gravi oscillazioni e baleni. Il suo volume è assoggettato alla pressione, a una cadenza battente che non molla mai la presa. Produce resistenza. L’abito che indossa è quello della nostra cerimonia. La sua pronuncia fortifica il non-identico, la divisione, lo straniero interno, la differenza. La sua oscura pulsazione si compone per sottrazione di significati riconoscibili, brucia i lacci mimetici, smaglia le referenze comunitarie, si dissocia programmaticamente da immaginari rituali ai cui pure si richiama, per accedere al lato oscuro della mente. Il suo cuore è l’anamorfosi del reale affogato in un folklore barrato.
Indigenous si de-scrive in due atti musicali e corporei compiuti da musicisti e danzatori, facce di un medesimo manque che è il nucleo stabile dal quale si sprigiona un’incandescente energia fisica. Lo sbaglio nel saluto e Contro il morso del rettile sono le piste di una detection che marca il territorio dell’Altro e contravviene le leggi strutturanti della cultura e del simbolico.
Stabilendo un continuum con il percorso creativo intrapreso, la nuova creazione di Barokthegreat, disinnesca il lavoro sull’unicità della figura in scena e ispessisce la presenza. Tiene ferma l’incessante relazione con l’ambiente sonoro che spazializza i corpi e ne rende visibile la densità. Questa performance per i sensi tiene stretta la relazione con la necessità biologica dell’impulso espressivo, aspira alla cattura di un linguaggio proprio e costruisce una percezione della durata nella relazione con lo spettatore.

Lo spettacolo andrà in scena anche il 20 e 21 luglio nell’ambito di Santarcangelo ’12 ’13 ’14 Festival Internazionale del Teatro in Piazza che si svolgerà a Santarcangelo di Romagna dal 13 al 22 luglio 2012.

www.barokthegreat.com


Barokthegreat

Barokthegreat formazione che opera nel vasto bacino della performing art con una particolare attenzione verso la radice mentale del movimento, la fisicità e funzione rituale della musica e l'architettura dello spazio come dispositivo abitativo. Diretto dalla musicista Leila Gharib e dalla performer-coreografa Sonia Brunelli esordisce nel 2008 con Barok. Nel 2009 Xing gli commissiona, in occasione di F.I.S.Co.09, Wrestling – intuizioni sul mondo in attesa che diventino una costruzione compiuta. Nel 2010 il gruppo vince il Premio Mondo/Giovani Artisti Italiani con The Origin, performance ideata in collaborazione con il regista londinese Simon Vincenzi per Sujet à Vif/Festival d’Avignon 08, e viene selezionato con Fidippide per Marathon of the Unexpected, sezione dedicata alle esperienze sperimentali del 7° Festival di Danza Contemporanea della Biennale di Venezia A Netmage.11 International Live Media Festival presenta la performance audio-visiva Russian Mountains, realizzata in collaborazione con il musicista olandese Michiel Klein. Nello stesso anno curano l’evento Kind of magic all’interno del progetto Camping/Xing.

Spettacolo

Programma
Vie Scena Contemporanea Festival è un'iniziativa di Emilia Romagna Teatro Fondazione
www.emiliaromagnateatro.com
realizzazione sito internet: Web and More S.r.l.
Privacy Policy