Them

Nabih Amaraoui/Matthieu Burner


Teatro delle Passioni, Modena

30/05/2012 21.00  
31/05/2012 21.00  

coreografia Nabih Amaraoui & Matthieu Burner
suoni Olivier Renouf
luci Stéphanie Daniel
costumi Edda Mann
con Joris Camelin, Grayson Millwood, Davide Sportelli, Ante Pavic

Maison de la Culture d'Amiens/Centre de création et de production
coproduzione L'Echangeur CDC Picardie, Le Pacifique-CDC de Grenoble, - Scène conventionnée de Fère-en-Tardenois, Emilia Romagna Teatro Fondazione, Modena
con il sotegno della rete APAP (Advancing Performing Arts Project) e della Commissione Europea – Programma Cultura

Durata 1h 15’

Prima nazionale


Un lavoro che ci invita a riflette sul concetto di potere. Dopo aver domato gli esseri animali, come mai l’uomo non cerca di domare se stesso? L’uomo non è forse un lupo per l’uomo? Cosa potrebbe accadere se un gruppo di uomini si lasciasse guidare da questi comportamenti? In che modo ogni individuo potrebbe rimanere autentico pur appartenendo interamente al gruppo? In che modo il gruppo soffocherà, si opporrà oppure si lascerà affascinare da ogni individuo? Qual’è il limite della tolleranza che ognuno di noi esercita nei confronti dell’alltro?
Nabih Amaraoui e Matthieu Burner sono due artisti che amano interrogarsi, osservare il mondo e cercare di capirlo. Due ottimi danzatori - alcuni ricorderanno di aver visto al Teatro delle Passioni un folgorante One to one di cui erano coreografi e interpreti – che con Them di cui sono ideatori e coreografi, proseguono la loro originale esplorazione sull’origine della natura umana, la loro ricerca artistica sul dualismo tra uomo e animale, tra corpo e spirito. Them prosegue il percorso artistico intrapreso con No filter, dove puri flussi di pensiero ed energia si susseguivano inarrestabilmente, qui Nabih Amaraoui e Matthieu Burner sperimentano questo approccio confrontandolo con un gruppo di quattro interpreti.
Them è una finestra aperta su un microcosmo in cui i quattro interpreti sono sottoposti alle loro stesse leggi di gruppo, sia durante il processo creativo che sulla scena, per far percepire chiaramente al pubblico il filtro uomo / animale. L’uomo è un mammifero, si riproduce solo con l’intento di perpetrare la specie, si protegge da quello che potrebbe danneggiarlo e cerca di stabilire leggi utile ad evitare l’anarchia creando un microcosmo. Con Them Nabih Amaraoui e Matthieu Burner cercano di far emergere e il più primitivo istinto animale che esiste in ognuno di noi e di trovare una risposta alle regole sociali, alla repressione e alla frustrazione.
Amaraoui e Burner utilizzano come colonna sonora di Them alcune sonate di Johan Sebastian Bach opere complesse e potenti capaci di parlare agli animi di chi le ascolta.
Una performance che oltrepassa i confini della danza tradizionale in cui la gestualità del movimento scenico riesce a farsi ‘messaggio’.

www.amaraouiburnerproject.com/ABP/


Nabih Amaraoui/Matthieu Burner

Matthieu Burner
Matthieu Burner, nato a Grenoble, é da sempre appassionato di musica e danza. All'età di dieci anni comincia a studiare violoncello e chitarra presso la scuola “Vivaldi” di Grenoble. Nel 1996, comincia a studiare danza il CNDC di Angers. Fino al 2001, Matthieu ha fatto parte, come ballerino, della compagnia Philippe Saire (CH). Dal 2000, inoltre, ha cominciato a lavorare con Felix Ruckert (DE). Nell'agosto 2001, ha debuttato con il suo spettacolo Casques a Berlino. In seguito alla proposta di F. Ruckert, nel 2003 Matthieu comincia a lavorare anche dietro le quinte come fonico per uno spettacolo di P. Saire. Recentemente, ha fondato l' Amaraoui – Burner Project, presentato sia alla Maison de la Culture di Bourges sia al Dock 11 di Berlino. Dal 2005, ha lavorato come ballerino per Eun Me Ahn (Seoul) e come regista di video per Arthur Kuggeleyn. Ha fondato e partecipato come coreografo, ballerino e compositore, per NTTL, un collettivo d'arte di Berlino.

Nabih Amaraoui
Nabih Amaraoui, nato a Bourges (Francia), a seguito un corso decennale di musica presso la Scuola Nazionale di Danze e Musica di Bourges. Dopo aver studiato mandolino e percussioni tradizionali, dal 1995 al 1997, ha completato il suo percorso artistico alla Scuola di Danza Contemporanea di Angers (CNDC). In seguito, é diventato membro della compagnia Liat Dror & Nir Ben Gal (Israele), dove ha anche insegnato percussioni. Per tre anni, a partire dal 1998, ha fatto parte della compagnia Philippe Saire (Svizzera). Nel 2004, ha fatto parte delle compagnie di Isabelle Schad, Felix Ruckert e Dorkypark/ Constance Macras, per la quale ancora oggi lavora. Nel giugno 2004, ha partecipato come ballerino, coreografo e musicista alle creazioni del collettivo d'arte NTTL (Berlino), dove ha imparato il mestiere di tecnico delle luci di scena. Come ballerino e coreografo, nel 2004, ha fondato insieme a Matthieu Burner l'Amaraoui – Burner Project, con l'appoggio della Maison de Culture di Bourges. Nel 2005, ha ballato per Arthur Kuggeleyn e, nel 2006, ha lavorato nella produzione di Ostermeier / Macras per la Schaubühne.

Spettacolo



Programma
Vie Scena Contemporanea Festival è un'iniziativa di Emilia Romagna Teatro Fondazione
www.emiliaromagnateatro.com
realizzazione sito internet: Web and More S.r.l.
Privacy Policy