OVERGROUND

mostra fotografica
Fotografie di Luca Del Pia

Luca Del Pia


Ex-Ospedale Sant’Agostino , Modena

14/10/2011 18.00  
15/10/2011 11.00  
16/10/2011 11.00  
18/10/2011 17.00  
19/10/2011 17.00  
20/10/2011 17.00  
21/10/2011 16.00  
22/10/2011 11.00  

Ex Ospedale Sant’Agostino, Modena

Inaugurazione venerdì 14 ore 18

Nei giorni successivi la mostra osserverà il seguente calendario:

sabato 15 dalle ore 11.00 alle 15.00
domenica 16 e sabato 22 dalle ore 11 alle 13 e dalle 16 alle 19
da martedì 18 a giovedì 20 dalle ore 17.00 alle 19.00
venerdì 21 dalle ore 16.00 alle 19.00

lunedì 17 la mostra fotografica sarà chiusa.


Overground -Visioni dalla scena performativa italiana è un’opera che mette in dialogo tre operazioni di natura differente: la fotografia, il gesto performativo e la scrittura critica. Ciascuna di queste discipline è chiamata a dare un contributo a partire dal linguaggio che le è proprio ma lasciando aperta la possibilità a contaminazioni e slittamenti, allontanamenti e sovrapposizioni.

Concepito a partire dal 2009 dalla collaborazione di quattro studiose di teatro contemporaneo e performing arts - Lucia Amara, Adele Cacciagrano, Piersandra di Matteo e Tihana Maravić - e del fotografo Luca Del Pia, Overground ha coinvolto nel corso del suo farsi dieci performers: personalità singole e formazioni artistiche collettive della scena contemporanea italiana - BAROKTHEGREAT, Helena Cerina, Silvia Costa, MK, Othographe, Annika Pannitto, Pathosformel, Francesca Proia, Cristina Rizzo, Eleonora Sedioll - per indagare il tema dello spazio della rappresentazione, ponendo al centro della riflessione l’azione performativa.

Il metodo di indagine all’origine di questo lavoro è di natura genealogica: il progetto enuclea, dal multiforme mondo del teatro di ricerca e della danza contemporanea degli ultimi dieci anni, una serie di visioni svincolate dalle istanze generazionali, cogliendo piuttosto le forme della ridefinizione del linguaggio scenico della rappresentazione, le sue modalità di unicità di azione, la dimensione di evento, la radicalità dei suoi limiti. Ecco quindi che gli artisti che sono stati coinvolti nel progetto hanno accettato di abbandonare i luoghi consueti della scena e della propria poetica accettando la sfida per ‘mettersi in posa’, decontestualizzandosi, ritrovandosi in un luogo altro, in un montaggio di immagini eterotopiche.
Il progetto si declina in due esiti differenti: una mostra fotografica curata dal fotografo Luca Del Pia che ospita quattro azioni teorico/performative delle quali saranno protagonisti nell’ordine Eleonora Sedioli-Masque/Piersandra Di Matteo, Francesca Proia/Adele Cacciagrano, MK/Tihana Maravić e Cristina Rizzo/Lucia Amara rispettivamente nei pomeriggi di 16, 20, 21 e 22 ottobre.
Il volume, edito dalla casa editrice Boiler, che raccoglie l’esito delle riflessioni teoriche e le immagini della mostra, sarà presentato sabato 22 ottobre alle ore 12 presso la Biblioteca Delfini di Modena.

Spettacolo


Programma
Vie Scena Contemporanea Festival è un'iniziativa di Emilia Romagna Teatro Fondazione, www.emiliaromagnateatro.com
realizzazione sito internet: Web and More S.r.l.

Privacy Policy