Gustavia

Mathilde Monnier/La Ribot


Teatro Comunale Luciano Pavarotti, Modena

15/10/2010 20.00  
16/10/2010 19.00  



Disegno luci: Éric Wurtz
Suono: Olivier Renouf
Scenografia: Annie Tolleter
Costumista: Dominique Fabrègue
Assistente costumista: Laurence Alquier

Produzione: Centre Choréographique National de Montpellier Laguedoc-Roussilon
Coproduzione: Festival Montpellier Danse 2008; Centre Pompidou - Les Spectacles Vivants / Festival d'Automne / Théâtre de la Ville – Paris; Centre de Développement Chorégraphique – Toulouse / Midi-Pyrénées; Culturgest Lisbonne; La Comédie de Genève; Mercat de Les Flors – Barcelone; La Ribot Genève;
Centre Chorégraphique National de Montpellier Languedoc-Roussillon
Con il sostegno di Cultures France
Per questo progetto La Ribot è sostenuta da: Pro Helvetia, Swiss Arts Council; Canton of Geneva e dalla città di Ginevra – Dipartimento della Cultura.

Durata: 1h

PRIMA NAZIONALE


Gustavia è il nome di una donna, o meglio di un personaggio cui dare una vita e un corpo. Due danzatrici e coreografe distanti per formazione ed esperienze artistiche, Mathilde Monnier e La Ribot, amiche di lunga data, trovano in questo lavoro l’occasione per confrontare i loro universi poetici. Entrambe nei panni di Gustavia, forti della loro divertita complicità, le due artiste si muovono in scena in maniera quasi simbiotica, in un lavoro che riesce ad affrontare con leggerezza e humour intelligente temi come la morte, le femminilità, la realtà dell’essere artista oggi. Prendendo a prestito gag dai Fratelli Marx e da Buster Keaton, le due si scambiano di ruolo, parlano, cantano e piangono...



Gustavia in questo modo si racconta, descrive se stessa e le sue preoccupazioni, le gioie e i dolori della sua vita d’artista. Il tutto in una cornice che ricorda il burlesque, genere che si avvale di espedienti tipici della comicità e della parodia come l’inversione di ruoli, l’uso di dialoghi interminabili o la totale assenza di parole, la scena di movimenti spinti all’eccesso, di ripetizioni, di incidenti simulati...

www.mathildemonnier.com
www.laribot.com


Mathilde Monnier/La Ribot

Mathilde Monnier ballerina e coreografa , dirige dal 1994 il Centre Chorégraphique National de Montpellier Languedoc Roussillon. Le sue produzioni sono presentate in tutto il mondo.L’importanza e la vitalità della sue creazioni sono riconosciute unanimemente dalla critica, dai colleghi e dal pubblico e trovano conferma nei numerosi premi che gli sono stati conferiti. Nel 1999 il Ministero della Cultura Francese le ha conferito il Gran premio nazionale delle Arti e dello spettacolo dal vivo. Nel 2000 è stata nominata Cavaliere della Legione d’Onore della Repubblica Francese.

www.mathildemonnier.com


Di origine spagnola, danzatrice, coreografa e artista visivo, Maria Ribot, ha contribuito allo sviluppo della danza contemporanea in Spagna, sin dalla metà degli anni ‘80. Ha vissuto e lavorato a Londra dal 1997 al 2004. Attualmente vive a Ginevra.
Con il nome d’arte La Ribot ha creato lavori in cui la danza il video e le performing art cercano e trovano una possibile espressione.
Nel corso dell’ultimo decennio La Ribot ha creato un vocabolario impegnativo ma umoristico di figure geometriche attraverso le sue rinnovate serie di danze Distinguished Pieces.
I suoi lavori costituiscono una continua ricerca e interrogazione intorno ai limiti concettuali, spaziali e temporali della danza.
Dal 2000 La Ribot ha sviluppato un grande interesse per il video. Questo l’ha portata alla costruzione di pezzi di danza filmati dal vivo e vissuti dalla prospettiva del corpo in movimento.
Suoi lavori sono stati presentati nelle maggiori gallerie d’arte internazionali, nei teatri e nei festival di tutto il mondo.

www.laribot.com

Spettacolo

Programma
Vie Scena Contemporanea Festival è un'iniziativa di Emilia Romagna Teatro Fondazione, www.emiliaromagnateatro.com
realizzazione sito internet: Web and More S.r.l.

Privacy Policy