Il racconto nascosto

PARABOLE


Biblioteca Delfini, Modena

11/10/2009 15.30    16.30    17.30  
12/10/2009 18.30  

Il racconto nascosto
Dal laboratorio di Parabole, tre modi di attraversare un testo

Tre variazioni sul Gattopardo (in cui si intrecciano le dimensioni performativa, drammaturgica e musicale) esemplificano l'esperienza di Parabole, laboratorio che dal 1999 sperimenta in piccoli gruppi le varie forme della narrazione. Con la guida di Magda Siti e Gerardo Guccini, il laboratorio è approdato dall'indagine sull'oralità al testo scritto, nella convinzione che ogni scrittura implichi l'attraversamento della voce.

parabole

domenica 11 ottobre, ore 15,30 e 16,30
Biblioteca Delfini, Corso Canalgrande 103, Modena
A caso
Vagabondaggio tra i libri di e con Stefano Vercelli (Drama Teatri)
ingresso gratuito su prenotazione, tel 059 2032940 (25 posti)
Complesso e sfaccettato, l'atto della lettura si lega a molti fili. La performance sottolinea fra gli altri il ruolo della casualità. E' un percorso senza inizio, concepito appositamente per gli spazi di una biblioteca: un gioco di aperture casuali fra le pagine, al termine del quale - da frammenti diversi di differenti autori – viene a comporsi un sorprendente testo finale. L'azione è guidata, accompagnata e, a volte, determinata, dalle musiche del film Il Gattopardo.

Stefano Vercelli, attore, regista e pedagogo del teatro, inizia la sua formazione con l'Odin Teatret e la prosegue con J. Grotowski. Ha lavorato presso il CSRT di Pontedera e con registi come R. Ruitz e T. Salmon. E' autore e regista di spettacoli e performance. Attualmente lavora per la Cooperativa Drama Teatri.


domenica 11 ottobre, ore 17,30
Biblioteca Delfini, Corso Canalgrande 103, Modena
Gerardo Guccini, Magda Siti
Il Gattopardo tra parole e visioni
ingresso libero fino ad esaurimento dei posti
Uno storico del teatro e un'attrice cercano nelle pagine del Gattopardo la lettura e lo sguardo di Luchino Visconti. Nel passaggio dal romanzo al film alcuni personaggi sono stati ridotti, altri mutati, il finale non trova riscontri nella trasposizione cinematografica, interi capitoli sono scivolati nell'ombra. Visconti, però, non ha scelto né inventato a caso. Le sue modifiche rispondono intimamente alle strutture del testo. Sono le strategie della scrittura il primo materiale dello spettacolo cinematografico.

Gerardo Guccini insegna storia del teatro e dello spettacolo, dirige la rivista "Prove di drammaturgia", è responsabile scientifico del CIMES. Ha pubblicato monografie sul teatro del '700, su Boito e sulla narrazione teatrale. Segue, come compagno di percorso e talvolta consigliere, diverse esperienze del teatro contemporaneo.

Magda Siti, attrice, lavora per la Cooperativa Drama Teatri, dopo aver collaborato con il Teatro San Geminiano, il Teatro Imprevisto, la Cooperativa Il Ponte e il CSRT di Pontedera. Conduce laboratori teatrali per adulti e ragazzi.

lunedì 12 ottobre, ore 18,30
Biblioteca Delfini, Corso Canalgrande 103, Modena
Luca Scarlini
Le rose di Angelica. Un carillon per Il Gattopardo
ingresso libero fino ad esaurimento dei posti
Luca Scarlini ci accompagna tra le pagine del Gattopardo seguendo il ritmo e la musica delle parole. Una lettura/esecuzione che ricostruisce il paradigma musicale del romanzo, vero e proprio sistema narrativo attraversato da allusioni e parallelismi. Non solo nella celeberrima scena finale del ballo, ma più sottilmente in tutta la tessitura dall’inizio alla fine dell’opera.

Luca Scarlini, saggista, drammaturgo, insegna all’Accademia di Brera, scrive su “Alias”, dirige il festival MilanOltre. Tra i suoi libri: Lustrini per il regno dei cieli (Bollati Boringhieri), D’Annunzio a Little Italy (Donzelli), Corpi barocchi (Gaffi). Opera come storyteller in proprio o con artisti italiani e stranieri.


Vie Scena Contemporanea Festival è un’iniziativa di Emilia Romagna Teatro Fondazione, www.emiliaromagnateatro.com
realizzazione sito internet: Web and More S.r.l.

Privacy Policy