Rhapsody (o alfabeto in sogno)

NicoNote


Ex-Sinagoga, Carpi

16/10/2009 23.00  
17/10/2009 21.00  

Ideazione e Messa in Scena NicoNote

scrittura vocale e performance live NicoNote
composizione del suono e performance live Mikael Plunian
Consulenza letteraria Luca Scarlini
Luci Pietro Paroletti
Costumi Olivia Spinelli
Registrazioni sonore Voce Laurence Chable, Violoncello e Contrabbasso François Tanguy

Produzione MilanOltre
CoProduzione La Fonderìe - Le Mans

Prenotazione obbligatoria

Durata 50'




NicoNote propone a VIE Rhapsody (o alfabeto in sogno) - composizione originale ad un solo movimento – liberamente ispirata a “Glossolalia: Poema sul suono” del grande poeta simbolista russo Andrei Belyj.
Rhapsody (o alfabeto in sogno) è un concerto per la scena, un corpo vivo.
Un canto che in lingue diverse ritrova il mondo magico dei nomi, interroga la natura della lingua, le forme vive e molteplici dei linguaggi, come una fiaba o un' allucinazione.
Il lavoro è qui modellato ed adattato all’incantevole cornice dell’Ex Sinagoga di Carpi, dove l’allestimento assumerà una connotazione “da camera” più intima e coinvolgente.
Rhapsody (o alfabeto in sogno) è un flusso ininterrotto di suono che attraversa mondi musicali diversi, un viaggio sonoro ed emozionale, una successione di cornici possibili dove narrare stati d’animo diversi, nella trama incessante di un suono ininterrotto.



Gli Alfabeti e le Nominazioni sono per NicoNote il pretesto per attraversare molti stati dell’Esistere, per sondare il mistero della frammentazione in cui siamo immersi.
“Glossolalia”, nella accezione biblica è il parlare lingue sconosciute. Nell’accezione moderna, diventa il fenomeno riferito alla lingua degli schizofrenici, capaci di parlare lingue sconosciute e apparentemente sensate, quasi fossero lingue provenienti dal mondo originario dell’inarticolato, dal mondo dei suoni dove le parole in formazione vengono alla luce come accade ai neonati. Belyj, nel suo poema, considera 4 fasi della creazione del Suono corrispondenti a 4 corpi celesti: Sole / Terra / Luna / Saturno. Questo segnerà i 4 nuclei cromatici differenti della composizione , della Rapsodia appunto, che per definizione è una composizione formata da temi ricorrenti ed improvvisativi.
Nella drammaturgia si riconoscono così quattro nuclei tematici, dove si fanno spazio lingue e parole, dal medioevo alla contemporaneità. NicoNote mette in scena il suo universo seguendo il filo degli impulsi letterari del drammaturgo Luca Scarlini e supportata dal compositore francese Mikael Plunian – talentuoso della scena elettronica - il gruppo di lavoro è composto anche dallo scenografo Pietro Paroletti e da Olivia Spinelli che ha disegnato i costumi di scena – con i quali collabora da anni in forme diverse.
Rhapsody (o alfabeto in sogno) è una performance in progress modulabile e site specific, ogni volta differente, in base allo spazio e al pubblico che incontra, nella reciprocità del qui ed ora.

www.niconote.net


NicoNote

Nicoletta Magalotti aka NicoNote - performer e metteur en scene - artista outsider.
Italiana di madrelingua austriaca - nasce a Rimini nel 1962. Da adolescente, si avvicina al teatro incontrando in tempi diversi maestri come Yoshi Oida del Theatre di Peter Brook , Julian Beck e Judith Malina del Living Theatre, Woytek Krukosky di Akademia Ruchu e la Scuola di Gabriella Bartolomei di Ouroboros. Percorre dal 1978 ad oggi, molteplici percorsi ed esperienze in ambiti artistici, musicali e teatrali, prediligendo l’esperienza sonora e drammaturgica.
Nel 1997 formula la sigla NicoNote che sarà da lì in poi la sigla con cui produrrà tutti i progetti a seguire. Le interessa la scena, la ricerca espressiva e vocale nello spazio, lo studio, la relazione tra gli umani. Crede nel potere performativo della parola e nell’ interdipendenza dei fenomeni.
Negli anni ottanta è stata la voce del gruppo new wave Violet Eves (1984/1988).
E’ dj e inventrice di spazi come il mitico Morphine del Cocoricò di Riccione – ambient privee (1994/2007) ancora considerato unico ed irripetibile in Italia. NicoNote ha sviluppato un percorso peculiare tra musica e performance, con spettacoli come Porpora, Règola e Fever 103°. E' stata , tra l'altro , attrice per registi come Romeo Castellucci/Socìetas Raffello Sanzio (1995/2003) con tournee nei maggiori festivals e teatri italiani ed internazionali in Europa, Canada, Argentina, Brasile – per la filosofa e regista parigina Patricia Allio o interprete per Francesco Micheli - inoltre ha collaborato con attrici come Elisabetta Pozzi o AnnaMaria Guarnieri, solo per fare alcuni esempi. Ha ideato e dirige Effetto Doppler Eventi nei Musei - singolare rassegna di eventi non convenzionali legati al Contemporaneo – prodotta per la Provincia di Rimini.
Una ricca discografia attraversa il suo percorso dagli anni 80 ad oggi. E' inoltre narratrice di fiabe per pubblico infantile ed ha interpretato film, tra l’altro come protagonista di Isotta di Maurizio Fiume, presentato nel 1996 alla Biennale Cinema di Venezia . Attualmente sta presentando Rhapsody (o alfabeto in sogno) - una suite di teatro musica - composta insieme al musicista francese Mikael Plunian . Lo spettacolo prodotto da MilanoOltre e da La Fonderie del Theatre Du Radeau - sarà presentato in Francia nella stagione 2009/2010 - al TNB di Rennes e alla Fondation Cartier di Paris.

Mikael Plunian è un compositore, musicista e performer francese autodidatta. E nato in Francia nel 1975. Dal 1998 ha partecipato e realizzato diversi progetti
musicali e teatrali : musica rock, musica elettronica, poesia sonora e performance.
Ha preso parte a diverse tournée in Francia e Europa con i gruppi Shane Cough e Fatale, che ha fondato rispettivamente nel 1998 e nel 2003.
Dal 2002 ha svolto diverse collaborazioni nel campo della danza, del teatro e della poesia sonora ed ha sviluppato un lavoro di ricerca sperimentale originale, articolando la musicalità del linguaggio e l´improvvisazione dal vivo alla creazione di spazi sonori. Lavora regolarmente come compositore con registi e compagnie francesi e italiane : Patricia Allio (Fr), Eléonore Weber (Fr), "Le Théatre des Lucioles" (Fr), Benjamin Guyot (Fr), Lamya Régragui (USA), NicoNote (It), Silvano Voltolina (It), Camilla Graff Junior (Dan/All).
Attualmente lavora con l´attrice e regista Lamya Régragui alla performance Rosa Yemen a Los Angeles, nell´ambito del programma Villa Medicis
Hors Les Murs 2007. A Berlino collabora a Les femmes que j'aime international, un progetto diretto dalla regista Camilla Graff Junior. Infine in Francia
stà collaborando con il Collettivo "Humanus Gruppo" che curerà la regia di Quai Ouest di B. Koltes (produzione 2009/2010); con le registe patricia Allio ed Eleonore Weber al progetto Un inconveniente minore nella scala dei valori ed insieme al Les Ateliers 145 al progetto Le Ombre, radiodramma
teatrale.

Spettacolo


Programma
Vie Scena Contemporanea Festival è un’iniziativa di Emilia Romagna Teatro Fondazione, www.emiliaromagnateatro.com
realizzazione sito internet: Web and More S.r.l.

Privacy Policy