Dies Irae

5 episodi intorno alla fine della specie

Teatro Sotterraneo


Teatro delle Passioni, Modena

14/10/2009 21.00  
15/10/2009 19.00  


creazione collettiva
in scena Sara Bonaventura, Iacopo Braca, Matteo Ceccarelli, Claudio Cirri
scrittura Daniele Villa

disegno luci Roberto Cafaggini
costumi Lydia Sonderegger
consulenza tecnica Loris Giancola

produzione Teatro Sotterraneo/Fies Factory One coproduzione drodesera>Centrale FIES, AREA06, OperaEstate Festival Veneto in collaborazione con Inteatro/Scenari Danza 2.0 AMAT Regione Marche

col sostegno di ETI Ente Teatrale Italiano - Nuove Creatività, Regione Toscana

residenze artistiche Centrale FIES, Isola del Liri/AREA06, Polverigi/Inteatro Scenari Danza 2.0, Teatro delle Briciole - Solares Fondazione delle arti, PiM Spazio Scenico

si ringraziano Scandicci Cultura, Spazio Hangart (Pesaro), Teatro della Limonaia (Sesto Fiorentino)

Prima assoluta

Durata: 1h 15'


launch video

Dies Irae sarà presentato a VIE in prima assoluta nella sua forma definitiva a conclusione di un lungo work in progress dei singoli episodi già presentati al pubblico nel corso dell’estate.
Il campo d’indagine di Dies Irae, cinque episodi intorno alla fine della specie è l’estinzione della specie e dei suoi manufatti, non come evento traumatico ma piuttosto come oblio, come sguardo postumo e ammirato sulle cose del mondo.

Non potrai mai camminare a fianco di un neandertaliano. Non potrai mai nemmeno parlare con un mesopotamico oppure osservare il cielo con un maya. Non vedrai l´arrivo di una delegazione aliena sul maxischermo e non vedrai il sole diventare supernova. In realtà non ti sei visto nascere e non ti vedrai nemmeno morire. Il presente è un tempo storico. Il presente è una convenzione. Il presente è soprattutto un perimetro d´azione. Per colonizzare passato e futuro possiamo immaginare due archeologie opposte: una che dissotterri il passato e una che sotterri il presente in attesa di un dissotterramento futuro. Abbiamo sempre seguito delle tracce e non potremo non lasciarne di nuove. Ognuno viva e canti il suo tempo e poi torni alla polvere. Alleluia.


Teatro Sotterraneo

Nato nel 2004, Teatro Sotterraneo è un collettivo di ricerca teatrale costituito da quattro performer e un dramaturg provenienti da più ambiti disciplinari. Grazie a tale pluralità di punti di vista gli artisti, tutti molto giovani, collaborano alla costruzione di oggetti artistici che indagano un'estetica condivisa e in continuo spostamento. Ogni produzione del gruppo parte dalla focalizzazione di un campo d'indagine formale, accompagnata dalla selezione e dallo studio condiviso di materiali ad hoc provenienti da risorse anche distanti e accostate per contaminazione: arte scenica, performing art, arte visiva, video-arte e cinema, letteratura e drammaturgia, musica, grafica e design, videogiochi, pop culture nella accezione più ampia del suo significato.

Spettacolo


Programma
Vie Scena Contemporanea Festival è un’iniziativa di Emilia Romagna Teatro Fondazione, www.emiliaromagnateatro.com
realizzazione sito internet: Web and More S.r.l.

Privacy Policy