John Gabriel Borkmann

Thomas Ostermeier


Teatro Comunale, Modena

09/10/2009 21.00  
10/10/2009 18.00  


di Henrik Ibsen
testo tedesco di Marius von Mayenburg dalla traduzione di Sigurd Ibsen
regia Thomas Ostermeier
scenografia Jan Pappelbaum
costumi Nina Wetzel
musiche Nils Ostendorf
drammaturgia Marius von Mayenburg
luci Erich Schneider
assistente alla regia Anne Schneider

con Josef Bierbichler (John Gabriel Borkmann), Kirsten Dene (Gunhild Borkmann), Sebastian Schwarz (Erhard), Angela Winkler (Ella Rentheim), Cathlen Gawlich (Fanny Wilton), Felix Römer (Wilhelm Foldal), Elzemarieke de Vos (Frida)

produzione Schaubühne am Lehniner Platz, Berlin, in coproduzione con Prospero/Théâtre National de Bretagne – Rennes/Ruhrfestspiele Recklinghausen
con il sostegno del programma Cultura dell’Unione Europea
spettacolo in lingua tedesca sottotitolato in italiano
In esclusiva per l’Italia

Durata 1h 50' senza intervallo




Un debutto straordinario segna l’apertura della quinta edizione di VIE scena contemporanea festival. Thomas Ostermeier, uno dei maestri del teatro contemporaneo, sarà infatti a Modena, con un nuovo lavoro, qui in esclusiva italiana: John Gabriel Borkmann, dramma di un autore molto amato da Ostermeier, Henrik Ibsen, che il quarantenne regista della Berlinese Schaubühne rilegge avvalendosi di un cast eccellente di sette attori tra cui spiccano due icone del cinema e del teatro : Angela Winkler, già protagonista del cinema d’autore tedesco, ma anche grande interprete teatrale con Peter Zadek, e Kirsten Dene, resa immortale da Thomas Bernard, che a lei e ad altri due grandi interpreti della scena tedesca ha dedicato il famoso testo Ritter Dene Voss.
Recentemente votato come miglior spettacolo straniero visto in Francia dal sindacato della critica, questo lavoro segna la prima tappa produttiva dell’europeo e pluriennale progetto Prospero, pensato e creato per favorire la produzione e lo scambio di esperienze produttive a cui concorrono sei soggetti europei: Emilia Romagna Teatro Fondazione, il Théâtre National de Bretagne di Rennes, il Théâtre de la Place di Liegi, la Schaubühne di Berlino, il Centro Cultural de Belém di Lisbona, ed il Tutkivan Teatterityön Keskus di Tampere.


Il testo di Ibsen racconta la storia di un uomo rovinato dalla sua stessa bramosia di denaro che, dopo aver scontato una pena giudiziaria che considera ingiusta, decide di ritirarsi definitivamente nello studio di casa, dove elaborare i piani di un possibile riscatto. Sua moglie, a causa del tracollo finanziario si è vista costretta a trasferirsi a casa della sorella gemella, condannata da una malattia incurabile, della quale Borkmann è stato da sempre innamorato. La lettura di Ostermeier segna ed esalta il tormentato rapporto tra le sorelle: queste, dopo essersi contese l’amore di Borkmann, lottano adesso per quello di Erhart, figlio e nipote prediletto, che la madre vorrebbe vendicatore dell’onta paterna e la zia vicino a sé nella malattia.
Il testo di Ibsen, nella regia di Ostermeier, diventa l’autopsia di una catastrofe intima e familiare: sulla scena di questa la potenza del denaro, l’ossessione di riscatto di Borkmann, il dramma delle due gemelle unite e divise dall’amore per lo stesso uomo, si presentano qui come forze singolari e terribili di un dramma dell’essere.

www.schaubuehne.de
www.prospero-online.eu

Spettacolo


Programma
Vie Scena Contemporanea Festival è un’iniziativa di Emilia Romagna Teatro Fondazione, www.emiliaromagnateatro.com
realizzazione sito internet: Web and More S.r.l.

Privacy Policy