La Omisión de la Familia Coleman

Ponte Alto, Modena

11/10/2008 19.30  
12/10/2008 18.30  

Testo e regia Claudio Tolcachir
Assistente alla regia Macarena Trigo
Con Araceli Dvoskin, Miriam Odorico, Inda Lavalle, Lautaro Perotti, Tamara Kiper, Diego Faturos, Gonzalo Ruiz, Jorge Castaño
Illuminotecnica Omar Possemato
Produzione Maxime Seugè e Jonathan Zak
traduzione e sovratitoli Gabriela Marino

PRIMA NAZIONALE

durata 1h 30'

Spettacolo in spagnolo con sovratitoli in italiano.

Per gli spettacoli a Ponte Alto è disponibile un bus-navetta con partenza dal Teatro delle Passioni mezz'ora prima dell'inizio dello spettacolo.


Continua l’attenzione che il Festival riserva al teatro sudamericano, alla vitalità e ai bollori di un paese che nella varietà di paesaggi, cultura e tradizioni trova la sua cifra. Dopo i cileni del Teatro la Marìa (presenti a VIE nel 2006), quest’anno il Festival ospita tre compagnie sudamericane: la giovane compagnia di Buenos Aires Timbre 4, la regista cilena Manuela Infante e l’indipendente compagnia cilena Teatro en el Blanco.
Timbre4, con lo spettacolo La Omisión de la Familia Coleman, ci propone uno spaccato familiare al limite di una evidente ma segreta dissoluzione. Una famiglia stretta in una casa che la imprigiona, in cerca di spazi personali all’interno di luoghi condivisi, sempre più difficili da conciliare. Un’impossibile coesistenza vissuta nell’assurdità dei giorni, dove la violenza è normale, così come ogni componente della famiglia ignora la commozione.
Gli spettatori, attraversando lo scenario della famiglia, creeranno la sensazione di essere all’interno della casa, di quel mondo. Lo spazio è realistico, ingombro di oggetti accumulati, di stili diversi, di particolari che parlano delle caratteristiche della famiglia.
Per quanto riguarda l’interpretazione, la si può analizzare nella naturale, sebbene assurda, routine dei personaggi, che convivono a pochi centimetri dagli spettatori.
Il processo di lavoro che ha condotto alla stesura definitiva di questo testo si è svolto gradualmente, attraverso esercizi di improvvisazione e di composizione dei personaggi, seguendo un tipo di scrittura “in movimento”.

Spettacolo

Programma
Vie Scena Contemporanea Festival è un’iniziativa di Emilia Romagna Teatro Fondazione, www.emiliaromagnateatro.com