dos joelhos para baixo

Teatro delle Passioni, Modena

15/10/2007 20.30  
16/10/2007 22.30  

creazione & regia Márcia Lança
con Márcia Lança
collaboratore artistico Iuri Albarran e Tiago Hespanha
musica e suono Nuno Morão
disegni Márcia Lança
foto Iuri Albarran
residenza Espaço do Tempo, Montemor-o-Novo and Atelier Re.al, Lisbon

un ringraziamento particolare a
Ana Rita Costa, Andrea Brandão, António Lança, Bruno Caracol, Cristina Cartaxo, José Valério and team from CCB, Lluis Ayet, Mafalda Oliveira, Marie Mignot, Children from the ATL of the school nº6 Campo de Ourique, Natália Lança, Nicolas Duquerroy, Observatório Crítico dos Jovens Artistas Jovens, Pedro Pires and Teatro Praga, Raphäel Michon, Sofia Campos and atelier Re.al, Tiago Lança

DURATA 35min

PRIMA NAZIONALE

A PROPOSITO DI DOS JOELHOS PARA BAIXO

Partendo da un disegno fatto durante un campo estivo alla scuola elementare di Campo de Ourique, in cui i segni della matita erano stati cancellati con una gomma, notai che cancellare qualcosa senza lasciarne traccia era impossibile. In seguito a questo episodio, ho passato un anno a disegnare. Di solito sceglievo un momento nell’arco della giornata che aveva avuto luogo in un certo spazio e disegnavo il percorso che io e altre persone avevamo fatto in quello stesso spazio. Di conseguenza, al fine di rendere possibile la rappresentazione del movimento su un foglio di carta, era costantemente necessario cancellare noi stessi e ridisegnarci in un’altra parte del foglio. Realizzai che il percorso e i movimenti delle persone nel disegno potevano essere ricostruiti attraverso le tracce lasciate dall’atto del cancellare. Ho riproposto questo tema sul palcoscenico, usando come supporto al posto del foglio di carta lo spazio. Ho conservato il foglio di carta e lavorato su di esso nel mio studio, facendolo interagire con me. Da queste esperienze, che inizialmente si riducevano alla trasformazione di un foglio di carta, inteso come motivo, in altri motivi, ne è derivata una serie di azioni con uomini e donne di carta. Questi personaggi sono sottoposti ad una sequenza di eventi che determinano la loro fine o la loro continuazione nel pezzo. Una città di carta sta lentamente prendendo forma.

Marcia Lança


Spettacolo

Programma
Vie Scena Contemporanea Festival è un’iniziativa di Emilia Romagna Teatro Fondazione, www.emiliaromagnateatro.com