Portar bene

Un poeta nelle case

Ingresso Municipio Palazzo Scacchetti, Carpi

01/01/2007 18.00  
12/10/2007 18.00    21.00  
13/10/2007 21.00  

di e con Mariangela Gualtieri


DURATA 25/30 min

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

“Ci sono mondi e persone che forse mai avranno la possibilità di scoprire che la poesia è cosa amabile e necessaria. In molti resta il tedio della memoria scolastica, in altri la convinzione che
essa riguardi la cultura, o altri mondi lontani. Mi piacerebbe far nascere in loro, fra i tanti fittizi bisogni, il bisogno insopprimibile di parole salutari. Il bisogno di dare voce a ciò che dentro di noi sta avvilito, zittito dall’orda barbarica della mercificazione e del consumo.

Ci sono persone che mai verrebbero in un teatro, e neppure in una piazza per ascoltare i versi di un poeta. E allora è nata in me la voglia di un atto militante, un atto millimetrico, lontano dalla ridondanza delle scene: andare per le case, servire la parola a domicilio, lì dove ogni giorno entra la parola lugubre dell’informazione, quella sciatta degli imbonitori televisivi, quella dittatoriale e menzognera della pubblicità, quella ormai vuota della politica. Andare, come i sacerdoti prima di Pasqua, a bene-dire, a fare pulizia di tutto l’incrosto duro che ci allontana da noi stessi, dal nostro fuoco vivo.

Sono convinta della funzione di ‘antidoto’ della poesia, della sua forza di farmaco che scaccia i malanni. Essa è ‘virtù contraria’ alla solfa del malaugurio che ogni giorno ci sbatte in faccia l’orrore di questa nostra specie, la sua efferatezza, follia, violenza. E’ virtù che si contrappone a tutta la massa di energia scura che si accumula in noi, da qualche parte, e che ci indurisce, inaridisce, con i suoi scenari guerreggiati, con la sua cronaca di sangue.
Dobbiamo, da qualche parte, in qualche modo, cominciare a lavorare questa massa di dolore, e farlo insieme, ritualmente, artisticamente, semplicemente. Sostare un momento sull’abisso che portiamo dentro di noi e dare alla nostra pietà le giuste parole.
Che cosa meglio della poesia può fare tutto questo? E che luogo più giusto di una casa, con i suoi abitanti, in una pacifica sera occidentale?”
M.G.

Spettacolo

Programma
Vie Scena Contemporanea Festival è un’iniziativa di Emilia Romagna Teatro Fondazione, www.emiliaromagnateatro.com