Four Deaths

Teatro delle Passioni, Modena

14/10/2007 21.00  
15/10/2007 21.30  

testo e scene Barbara Kukovec, Katarina Stegnar, Petra Zanki, Grega Zorc, Dylan Tighe, Bojan Jablanovec
con Barbara Kukovec, Katarina Stegnar, Petra Zanki, Grega Zorc
regia, ideazione, scene Bojan Jablanovec
direttore di palcoscenico Igor Remeta
responsabile della produzione Špela Trošt
produzione Via Negativa Ljubljana
co-produzione Glej Theatre Ljubljana
con il sostegno del Ministero della Cultura della Repubblica of Slovena e il Dipartimento di Cultura della Città di Ljubljana

DURATA 70min

PRIMA NAZIONALE


Via NegativA non è il nome di una compagnia, ma di un progetto teatrale della durata di sette anni, iniziato a Lubiana nel 2002. La ricerca e il metodo di lavoro sono stati sviluppati dal regista Bojan Jablanovec che sonda con questo percorso le fondamentali caratteristiche umane interne ai sette peccati capitali. Il lavoro segue una cadenza annuale e si concluderà nel 2009 con uno spettacolo dal titolo Via Nova, che assemblerà tutti i materiali, e coinvolgerà gli attori e i coproduttori dell’intero percorso. La ricerca di Via Negativa è basata su un processo di radicale spoliazione di ogni elemento che non sia strutturale ed essenziale al sistema della rappresentazione. Il rigore di questo teatro si situa sul confine tra pensiero e atto, tra finzione e realtà, e si concentra sulla relazione tra attori e spettatori. I sette peccati capitali sono stati scelti per la loro natura universale e non per le implicazioni etiche o morali che rappresentano. Ira, accidia, invidia, lussuria, superbia, gola, avarizia sono tensioni e tendenze, che la chiesa cattolica attribuisce al maligno e che i sistemi giudiziari definiscono come potenzialmente criminali. Via Negativa si concentra sui citati peccati ritenendo che i meccanismi e le strategie per fronteggiarli definiscano l’identità di ogni individuo.



Per saperne di più:
intervista
Spettacolo

Programma
Vie Scena Contemporanea Festival è un’iniziativa di Emilia Romagna Teatro Fondazione, www.emiliaromagnateatro.com