Strepito

concerto per clacson e macchine del suono su arie mozartiane
prima assoluta

Piazza dei Martiri, Carpi

20/10/2006 19.00  

di FANNY & ALEXANDER
macchine del suono Mirto Baliani
drammaturgia Chiara Lagani
costumi Chiara Lagani, Sofia vannini
luci, allestimento e regia Luigi de Angelis
con Marco Cavalcoli, Luigi de Angelis
promozione Marco Molduzzi, Valentina Ciampi
ufficio stampa Marco Molduzzi
logistica Sergio Carioli
amministrazione Antonietta Sciancalepore, Marco Cavalcoli
musiche da Le Nozze di Figaro, Il Flauto Magico, Don Giovanni
ispirato a La moglie di Gogol di Tommaso Landolfi
si ringraziano Silvia Calderoni, Fabio Dalla, Francesca Montanari per Ratmusqué, Antonio Rinaldi

durata 60 minuti

ingresso gratuito


STREPITO
concerto per orchestra di clacson su arie mozartiane

Una piccola orchestra di clacson ripercorre in maniera bizzarra ouverture e arie principali di tre opere fondamentali di Mozart. La performance è nata all’interno dell’Heliogabalus, ultima creazione di Fanny & Alexander, per accompagnare con strepito la rovinosa ascesa del giovane imperatore venuto dall’oriente, e prende in occasione di VIE, vita autonoma.
Tredici automobili d’epoca danno vita a tre opere di Mozart: Le Nozze di Figaro, Il Flauto Magico, Don Giovanni. La scelta musicale, scavalcando gli anniversari, è stata condizionata dallo studio fondamentale del saggio di Kierkegaard sull’erotismo nella musica di W. A. Mozart e sui tre stadi o tappe del desiderio musicale (desiderio sognante, desiderio cercante, desiderio bramante). Brani delle tre opere, suonate da un’orchestra di clacson e intrecciate a rielaborazioni elettroniche delle partiture, vengono diffuse nello spazio mediante macchine del suono, intessendo la partitura musicale con il ritmo pulsante della luce dei fari.

link al sito della compagnia
sito heliogabalus


Per saperne di più:
approfondimento
Vie Scena Contemporanea Festival è un’iniziativa di Emilia Romagna Teatro Fondazione, www.emiliaromagnateatro.com