Both Sitting Duet

Teatro delle Passioni, Modena

23/10/2006 22.30  

con Jonathan Burrows e Matteo Fargion
con il sostegno di The Arts Council of England, Jonathan Burrows Group, NOTT Dance Festival (Inghilterra), Kaaitheater (Bruxelles), PARTS/Rosas e il Laban Center di Londra
durata 45 minuti


BOTH SITTING DUET
esempio di delicata composizione musicale per mani e braccia

Un coreografo (Jonathan Burrows) e un compositore (Matteo Fargion) si siedono uno accanto all’altro su due sedie, e interpretano con assoluta precisione e concentrazione una composizione musicale per il corpo, leggendone la partitura da uno spartito. Le mani volteggiano, si intersecano nello spazio rispettando il ritmo, le dita si muovono “in punta di piedi” su torace. Braccia e gambe nel loro vivace dialogo tra ritmo, suono e gesto mettono in discussione il ruolo del coreografo e quello del compositore, dimostrandone l’equità. Duettano in silenzio, i due uomini seduti, suonando il medesimo brano di Morton Feldman, For John Cage, ma gli spartiti appoggiati sul pavimento di fronte a loro sono diversi: quello di Fargion è ricoperto di note musicali, quello di Burrows di numeri. Il contrappunto ritmico che eseguono è il frutto dell’uguale partecipazione di entrambi alla creazione di una danza capace di richiamare non solo le possibilità del corpo in movimento ma l’immenso vocabolario dell’immaginazione. Così anche uno spettacolo scarno e non convenzionale come Both Sitting Duet, ci apre le porte a un radicale e rigoroso minimalismo firma e visione estetica che Burrows ha elaborato negli anni dopo il suo esordio come danzatore nel tradizionale Royal Ballet. Nello stringersi tra danza e musica, Burrows e Fargion creano una disciplina che può essere definita “coreografia musicale” che, attraverso i movimenti, produce suoni uniformi, ritmici, all’unisono o alternati, dove l’attenzione non è solo riposta nell’importanza delle mani, ma distribuita in ogni singolo dettaglio, in ogni fibra del corpo, ogni sguardo d’intesa o sorriso malizioso, dove persino il cigolio delle sedie è essenziale all’economia della performance.

sito utile per avere info sulla compagnia

Spettacolo


Programma
Vie Scena Contemporanea Festival è un’iniziativa di Emilia Romagna Teatro Fondazione, www.emiliaromagnateatro.com