menu 2013 News - Vie Festival Modena Informazioni utili - Vie Festival Modena Chi siamo - Vie Festival Modena Biglietteria - Vie Festival Modena Home - Vie Festival Modena

Orchidee

Pippo Delbono


Teatro Comunale Luciano Pavarotti, Modena

31/05/2013 20.00  
01/06/2013 22.00  

compra da vivaticket

uno spettacolo di Pippo Delbono
con gli attori della Compagnia Pippo Delbono

Emilia Romagna Teatro Fondazione, Nuova Scena- Arena del Sole- Bologna, Teatro di Roma, Théatre du Rond Point-Parigi, Maison de la Culture-Amiens

Durata 1h 45'

Prima assoluta


Nuovo spettacolo per Pippo Delbono, artista ‘di casa’ a Modena, che per la nuova creazione ha scelto come titolo un fiore esotico e delicato, un fiore elegante e suggestivo che sovente abbellisce i salotti delle case borghesi in esemplari artificiali. Questo fiore riassume qui il senso del viaggio che Delbono ha intrapreso insieme alla sua Compagnia di sempre: omogenea nella sua disomogeneità, ricca di personalità eccentriche. Autore di un teatro che nasce da un’esigenza forte, ai limiti dell’ineludibile, la cui ispirazione deriva dalle suggestioni che la realtà del nostro tempo suggerisce, segnata così duramente dalle difficoltà che tutti stiamo vivendo, Delbono sta iniziando una nuova avventura teatrale ispirandosi a liricità femminili, forse suggerite dalla recente perdita di sua madre. Autore cui piace sperimentare nuove vie, ora pone al centro della sua indagine il crinale sottile e infinito tra la realtà e la finzione. Orchidee evocherà episodi di vita vissuta diventandone una sorta di sintesi, aprendo le porte agli spettatori che Delbono sa, come pochi altri, dividere ed emozionare.

www.pippodelbono.it


Pippo Delbono

Pippo Delbono, autore, attore, regista, nasce a Varazze nel 1959.
Inizia la sua formazione teatrale nel teatro di tradizione, ma poi si trasferisce in Danimarca dove inizia a dedicarsi all’approfondimento dei principi del teatro orientale attraverso un rigoroso lavoro dell’attore sul corpo e sulla voce.
Nei primi Anni Ottanta fonda la Compagnia Pippo Delbono, con la quale realizza tutti i suoi spettacoli, da Il tempo degli assassini (1987) a La Menzogna (2008). Le sue non sono messe in scena di testi teatrali, ma creazioni totali, realizzate con un nucleo stabile di attori, destinato a crescere nel tempo.
L’incontro con persone provenienti da situazioni sociali di emarginazione determina una svolta nella sua ricerca poetica: nasce così Barboni (1997). Alcuni di questi attori - tra cui Bobò, sordomuto incontrato e fatto uscire dal manicomio di Aversa dopo un internamento durato 45 anni - hanno consolidato il loro lavoro all’interno della compagnia e sono tuttora parte centrale dell’esperienza.
Gli spettacoli - La rabbia, dedicato a Pasolini, Guerra, Esodo, Gente di plastica, Urlo, Il silenzio, Questo Buio Feroce - oltre a quelli citati in precedenza - sono stati presentati in più di cinquanta paesi del mondo, in teatri e festival, tra cui il Festival di Avignone che ha ospitato quasi tutti gli spettacoli della compagnia. Da oltre dieci anni è artista residente presso Emilia Romagna Teatro Fondazione Stabile Regionale dell’Emilia-Romagna.
Numerosi teatri in Europa e non solo, tra cui il Théâtre du Rond-Point di Parigi, hanno dedicato retrospettive al suo lavoro.
Enrico V - la sua unica creazione basata su un testo teatrale - è il solo allestimento italiano tratto da Shakespeare andato in scena alla Royal Shakespeare Company.
Da molti anni Pippo Delbono indaga sul linguaggio cinematografico, nel 2003 in seguito alla tournée in Israele/Palestina gira il suo lungometraggio Guerra, presentato alla Mostra del Cinema di Venezia e vincitore del David di Donatello come miglior documentario.
Il suo secondo film, Grido (2006) è stato presentato alla Festa del Cinema di Roma.
Per il Teatro Sperimentale di Spoleto nel 2007 ha realizzato l’opera lirica Studio per Obra Maestra.
Ha pubblicato con Ubulibri Barboni – Il teatro di Pippo Delbono; Mon théâtre, edizioni Actes Sud; Le corps de l’acteur, edizioni Les Solitaires Intespestifs; El teatro de la rabia, edizioni Punto Aparte; Récits de juin, Actes Sud; Racconti di giugno, Garzanti; Ecrivains de plateau, di Bruno Tackels pubblicato da Les Solitaires Intempestifs; Teatrul Meu, Editura „Fundatia Culturala Camil Petrescu“, Corpi senza menzogna, Barbes Editore; Regards, edizioni Actes Sud. E' prossima pubblicazione Dopo la battaglia, Barbes editore.
Ha ottenuto, tra gli altri, il premio speciale Ubu per lo spettacolo Barboni, il premio della Critica per Guerra, i premi Olimpici per l’Innovazione teatrale per gli spettacoli Gente di Plastica e Urlo e a Wroclaw, in Polonia, il Premio Europa per le nuove realtà teatrali nel 2009.
E’ del 2008 la sua partecipazione come attore al film Io sono l’amore di Luca Guadagnino e attualmente è richiesta la sua partecipazione speciale in diversi progetti cinematografici.
Nel 2009 realizza il lungometraggio La Paura, girato interamente con un telefono cellulare e successivamente riversato su pellicola dalla Cineteca di Bologna e presentato in selezione ufficiale al Festival del Cinema di Locarno (agosto 2009) nell'ambito di una retrospettiva dedicata alla sua produzione cinematografica.
Ha debuttato il 3 maggio del 2011 con Dopo la battaglia al Teatro Verdi di Padova. Lo spettacolo sarà nell’autunno di quest’anno al Teatro Argentina di Roma, al Teatro Storchi di Modena, al Teatro Strehler di Milano, al Teatro di Rond Point a Parigi, al Theatre National de Toulouse.
Nell’estate 2011 ha presentato in vari festival e rassegne tra cui Villa Adriana a Tivoli il suo nuovo lavoro Amore e Carne concerto per voce in cui lo accompagna Alexander Balanescu e il suo quartetto.

Spettacolo



Programma

Vie Scena Contemporanea Festival è un'iniziativa di Emilia Romagna Teatro Fondazione
www.emiliaromagnateatro.com
realizzazione sito internet: Web and More S.r.l.